ELECTRIC Q&A.

Leggi tutte le risposte dei nostri specialisti e diventa un guru della mobilità elettrica.
Chiaramente, dipende dal gestore. Mediamente, ci attestiamo sui 3 Euro* per percorrere circa 100 Km.

*Costo stimato su una ipotesi di 0,20€ al kWh e un consumo di energia con il veicolo elettrico pari a 15 kWh/100km il calcolo risulterà in (0,20€ x 15)/100km e quindi avrà un risultato di 3€ al kWh/100km.
Quando la carica della batteria è completa, non succede più nulla. Sembra banale, ma in realtà si evitano quegli sprechi a cui un serbatoio di benzina si presta. Tutte le fasi di ricarica sono gestite automaticamente dall’elettronica di bordo o da quella delle colonnine.
Se i motori termici soffrono già le basse temperature, un veicolo elettrico garantisce buone prestazioni anche con quelle estreme. Le batterie al litio lavorano tra i -25° e i 65° Celsius. Incapsulate con particolari condizioni possono arrivare a combattere il freddo fino a -40°C.
Tutto vero, puoi crederci. Il motore elettrico, quando viene messo in rotazione, diventa un generatore capace di trasformare parte dell'inerzia in nuova energia per le batterie.
Le stazioni pubbliche di ricarica rinvigoriscono le batterie delle auto elettriche fino all’80%. Ma sai in quanto tempo? In soli 35 minuti. Quando hai finito la pausa pranzo, la tua MINI Electric è in forma smagliante già da un po’. Non c’è bisogno neanche di farlo spesso, perché lo stato di carica della batteria scende raramente sotto il 30%.
La rete di stazioni pubbliche per ricaricare la tua MINI Electric cresce mese dopo mese. Il futuro è tutto loro, ma ricorda che puoi fare il pieno di energia anche a casa. Devi solo convertire la tua presa elettrica.
Innanzitutto, parliamo sempre di MINI. Ha il divertimento marchiato nel suo codice genetico fatto di pistoni e bulloni. Quando sei al volante, poi, il piacere di guida anticipa i tempi e arriva come una saetta al primo scatto. Tranquillo, c’è da scatenarsi dalla prima all’ultima curva.
In media, l’80% delle persone guida meno di 50 km al giorno. Oggi, l’alimentazione elettrica risulta essere la risposta più ecologica e conveniente che si può avere in città. Certo, bisogna sempre tenere conto della durata della batteria. Tre cose la possono mettere a dura prova: il riscaldamento al massimo durante l’inverno, il climatizzatore in modalità Polo Nord d’estate e lo stile di guida da Formula 1 del conducente.